Afghanistan: lascia il Paese con un aereo vuoto mentre milioni di persone sono bloccate in aeroporto


Le notizie e le immagini provenienti dall'Afghanistan sono sempre più drammatiche. Sono migliaia le persone che chiedono aiuto e cercano di fuggire dal Paese.


Ultima la testimonianza di Paul Farthing, ex militare della Marina britannica e fondatore dell'associazione "Nowzad Dogs" che si occupa della protezione degli animali in Afghanistan, il quale ha denunciato quanto sta accadendo all'aeroporto di Kabul.


Mentre ogni giorno sono migliaia i civili ammassati nello scalo dell'aeroporto di Kabul nella speranza di fuggire dai talebani, un aereo militare praticamente vuoto è partito diretto in Norvegia con a bordo solamente la moglie di Farthing e altre pochissime persone.


Farthing e la moglie Kaisa hanno raggiunto l'aeroporto di Kabul durante la notte, nonostante il rischio di viaggiare al buio, nella speranza di evitare il caos. Ad imbarcarsi sono state la moglie dell'ex militare e una manager dell'associazione incinta insieme al giovane figlio.

Paul Farthing ha deciso di restare a Kabul finchè non saranno in salvo tutti i membri dello staff con le rispettive famiglie.

Nonostante la gioia per il ritorno in Norvegia della moglie, suo Paese d'origine, Farthing non ha potuto non denunciare la partenza dell'aereo praticamente vuoto mentre all'interno dello scalo ci sono migliaia di cittadini afghani ammassati i quali desiderano salvarsi lasciando il Paese.


L'ex militare ha dichiarato: "Lasceremo indietro le persone, la situazione è straziante a Kabul. L'evacuazione è un assoluto disastro. Assisteremo ad alcune scene assolutamente orribili".


153 views0 comments