Boris Johnson, Covid: "Non servono più leggi e restrizioni"


Boris Johnson ha finalmente svelato il piano di convivenza con il Covid alla Camera dei Comuni. Con questa mossa il Premier vuole dare la tanto agognata libertà a un Paese che ha visto per due anni regole stringenti.


Durante il suo intervento Johnson ha confermato che l'autoisolamento obbligatorio sarà dismesso a partire da Giovedì 24 Febbraio, come anche l'indennità di autoisolamento di £ 500. I contributi previsti per malattia in caso di infezione, che ammontano a £ 96, invece verranno ritirati a partire dal 24 Marzo. Dal 1 Aprile non ci saranno nemmeno più test gratuiti, fatta eccezione per i più vulnerabili.


Ai Parlamentari ha detto che è ora di ritrovare la fiducia e che non servono più leggi. Il Primo Ministro è convinto che si possa fare affidamento sul senso di responsabilità di tutti e sulla capacità di convivenza col virus pur proteggendosi senza rinunciare alle libertà.


Il suo Gabinetto ha già avviato l'iter per cancellare tutto l'impianto legislativo, anche se alcuni esperti tacciano Johnson di peccare di incoscienza. Downing Street, dal canto suo, ha risposto con le prove che Omicron ha dimostrato di essere molto più debole dei ceppi precedenti.



Dalla mezzanotte di Giovedì quindi saranno abrogate le ultime normative Covid. Nel giro di tre giorni anche le persone non vaccinate potranno vivere la loro vita quotidiana anche in caso di contagio da Covid. Il Governo comunque continuerà a consigliare a tutti i malati di rimanere a casa per rispetto nei confronti degli altri.


Johnson ha aggiunto che dal 1 Aprile, "quando l'inverno sarà finito e il virus si diffonderà meno facilmente", non si potranno più fare test gratuiti. Gli unici test gratuiti reperibili saranno a disposizione degli anziani e dei più vulnerabili se presentano sintomi. Tutti gli altri dovranno acquistare il kit. L'obiettivo del Governo è tuttavia di mantenere il costo dei test al di sotto di £ 20.


Il Premier ha affermato che è fondamentale ridimensionare i costi per le finanze pubbliche: ha specificato che il programma "Test and Trace" era più costoso dell'intero budget del Ministero degli Interni. Nell'anno finanziario corrente il programma è costato 15,7 miliardi di Sterline, solo 2 miliardi di Sterline nel mese di Gennaio, ossia al culmine dell'ondata di Omicron. A tal proposito si sono anche scontrati il Cancelliere Rishi Sunak e il Segretario alla Salute Sajid Javid, dato il rifiuto del Tesoro di mettere a disposizione altri soldi.


La decisione di eliminare i test gratuiti ha portato malumori nel Labour Party, che è convinto che la mossa danneggerà il sistema di Salute Pubblica. Sir Keir Starmer ha detto con una metafora calcistica che "i test gratuiti non possono continuare per sempre, ma se sei in vantaggio per 2-1 a 10 minuti dalla fine non elimini uno dei tuoi migliori difensori".


Johnson ha concluso sottolineando che il rapido lancio del vaccino in Gran Bretagna è stato il fulcro della ripresa dal Covid e che il decadimento delle leggi sarà un momento d'orgoglio per tutto il Paese, dopo uno dei momenti più difficili della Storia.



226 views0 comments