Comites Manchester: Nuove dimissioni e futuro complicato

Sembrava essere tornato il sereno nel Comites di Manchester a seguito dell’elezione del nuovo Presidente Gianluigi Cassandra, dopo le dimissioni di Alberto Bertali e parte dell’esecutivo.


Il nuovo Presidente, seppur consapevole del numero molto risicato di voti, si era fatto carico di questo ruolo concentrando la sua motivazione sul "supporto alla comunità e alle scadenze", come dichiarato da Cassandra, che da lì a pochissimi giorni avrebbero visto il Comites impegnato nell’approvazione dei progetti e del bilancio preventivo.


Evitare il commissariamento” questa la frase pronunciata durante le elezioni che a distanza di giorni sembra quasi una sentenza sul futuro del gruppo di Manchester.


Un susseguirsi di riunioni straordinarie quelle che hanno visto impegnato il gruppo, con diversi ordini del giorno tra cui i progetti integrativi e il bilancio prevertivo per l’anno 2023, bilancio non approvato dopo che il Presidente e il Tesoriere avevano cercato in ogni modo di rispettare la scadenza di legge.


Frattura che ha reso ancora più difficile l’incarico di Cassandra tanto che a distanza di pochi giorni dalle Elezioni ha deciso di rimettere la carica e presentare formali dimissioni dal ruolo di Presidente. Stessa decisione è stata intrapresa dall’esecutivo in carica con le dimissioni di Poloni, Fanti e Bernardini.


Una strada tutta in salita ora quella del Comites di Manchester che vede sempre più forte la possibilità di commissariamento qualora non si trovasse un accordo per continuare a lavorare in serenità.


Ricordiamo che lo scopo primario di questo organo elettivo composto da volontari non retribuiti, è quello di rappresentare e supportare la comunità, agevolare i rapporti con il Consolato Italiano, diffondere e preservare la cultura italiana all’estero. Ci auguriamo che questi propositi tornino forti e prioritari, e che consentano al gruppo di lavoro di Manchester di poter proseguire a mantenere il ruolo per cui la comunità italiana li ha votati.

 

97 views0 comments