Costo energia: proteste in piazza e bollette bruciate in UK



In questi mesi il malcontento a causa del costo delle bollette energetiche è cresciuto sempre più. Erano già state preannunciate proteste da parte di alcuni movimenti, che invitavano a non pagare e a stracciare le bollette. Ora i primi manifestanti nel Regno Unito sono scesi in piazza.



La crisi economica ha portato ad un aumento delle bollette difficile da sostenere per molte Famiglie Britanniche. Le proteste si sono sempre più intensificate e hanno portato alla creazione di vari movimenti spontanei che hanno deciso di far sentire le loro voci al Governo.



Nelle scorse ore decine di manifestazioni si sono svolte in diverse città, con dimostranti decisi a bruciare le bollette energetiche. A scongiurare le proteste non è bastato il tetto massimo di 2500 sterline annuali per il costo dell'energia imposto dal Governo.



Birmingham, Bradford, Brighton, Londra e altre sono le Città in cui i movimenti Don't Pay UK ed Enough is Enough hanno cominciato a protestare. Il primo, che conta ormai più di 200mila adesioni e che si rifiuta di pagare le bollette, ha organizzato proteste in 18 località, mentre il secondo ha organizzato ben 28 manifestazioni.


ENGLISH VERSION


ENERGY COST: IN UK PROTESTS IN THE STREETS AND BILLS BURNED


In recent months the discontent due to the cost of energy bills has grown more and more. Protests had already been announced by some movements, inviting not to pay and tear up the bills. Now the first demonstrators in the UK have taken to the streets.


The economic crisis has led to an increase in bills difficult to sustain for many British Families. The protests have intensified and have led to the creation of various spontaneous movements that have decided to make their voices heard to the Government.


Over the past few hours, dozens of demonstrations have taken place in various cities, with demonstrators determined to burn energy bills. The price cap of £2,500 imposed by the Government on energy was not enough to avert the protests.


Birmingham, Bradford, Brighton, London and others are the cities where the movements Don’t Pay UK and Enough is Enough began to protest. The first, which now has more than 200 thousand members and who refuses to pay the bills, has organized protests in 18 locations, while the second has organized 28 demonstrations.



 



57 views0 comments