Covid, l'Europa non riconosce il lotto AstraZeneca prodotto in India. Infuriano i vaccinati


Milioni di vaccini AstraZeneca somministrati nel Regno Unito non vengono riconosciuti per il Green Pass Europeo perché sono stati prodotti in India.

L'UE non riconosce una versione vaccino AZ chiamata Covishield prodotta dal Serum Institute of India (SII) e già autorizzato dall'Organizzazione mondiale della sanità.


Le dosi vaccinali, somministrate a circa 5 milioni di britannici, devono ancora essere autorizzati dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA) che regola le vaccinazioni all'interno dei Paesi UE.


Si tratta di un duro colpo alle speranze di vacanza dei britannici: milioni di persone potrebbero essere respinte alla frontiera nel momento in cui viene riconosciuto il lotto di provenienza del proprio vaccino.


Il certificato digitale Covid dell'UE spera di consentire agli europei di viaggiare liberamente attraverso il continente senza la necessità di quarantena o test rigorosi all'arrivo.

Chiunque sia stato completamente vaccinato in UE sarà in grado di attraversare i confini semplicemente presentando il Green Pass Europeo.


I vaccini AZ prodotti in India sono identificabili dai numeri di lotto 4120Z001 o 4120Z002, riportati sulle tessere vaccinali e sul certificato digitale rilasciato dall'app NHS attualmente per i viaggi all'estero.

Numerose sono state le reazioni dei britannici furiosi, i quali hanno dichiarato di sentirsi esclusi dall'omissione.


Anna, 21 anni: "Francamente mi sento discriminata, in mancanza di una parola migliore".


Mirko, 39 anni: "Non bastano le restrizioni imposte dal virus, ora ci sono le discriminazioni anche sulla cura".


Un altro cittadino che ha chiesto di mantenere l'anonimato ha dichiarato: "Il governo britannico avrebbe dovuto assicurarsi che i vaccini acquistati sarebbero stati riconosciuti per viaggiare ovunque".

756 views0 comments