Covid, TfL e Uber: via le mascherine sulla rete di trasporti


TfL e Uber hanno inviato un comunicato ufficiale per informare che a partire dal 24 febbraio non è più obbligatorio indossare le mascherine sui mezzi di trasporto pubblici e a bordo delle auto adibite al noleggio con conducente.


Trasmettiamo di seguito quanto riportato nella nota di TfL.


Indossare mascherine per il viso non sarà più obbligatorio sui nostri servizi dal 24 febbraio, ma continuerà ad esserne fortemente consigliato l'utilizzo se possibile.


Questa decisione è stata presa dopo aver considerato una serie di fattori come il cambiamento nell'approccio del governo alla convivenza con il virus e la diminuzione dei tassi di infezione a Londra.


Stiamo effettuando un servizio quasi normale e il nostro regime di pulizia migliorato continua a garantire che la rete di trasporto sia più pulita che mai. Treni, tram, autobus e stazioni vengono puliti con sostanze detergenti di grado ospedaliero che uccidono virus e batteri e forniscono una protezione continua. I test indipendenti dell'Imperial College London vengono effettuati mensilmente da settembre 2020, prelevando tamponi dai punti di contatto nelle stazioni, autobus e campioni d'aria nelle biglietterie e non hanno trovato tracce di coronavirus sulla rete dei trasporti pubblici.


Anche la rete di trasporto è ben ventilata. L'apertura frequente delle porte di treni e autobus assicura un regolare ricambio d'aria all'interno dei mezzi, mentre il continuo movimento dei treni porta aria fresca nel sistema. Nelle linee più profonde della Metro, il sistema di areazione mantiene l'area pulita.


Le valutazioni sui vagoni della metropolitana indicano che l'aria viene cambiata più di 20 volte all'ora, più delle 6-12 volte raccomandate dal Rail Safety and Standards Board. Gli autobus, che vengono puliti quotidianamente, sono stati modificati per tenere i finestrini aperti e sono inoltre dotati di una serie di sistemi di estrazione dell'aria e ventilazione. Questi sistemi, in combinazione con i finestrini aperti e l'apertura frequente delle porte, assicurano il flusso di aria fresca all'interno del veicolo.

Incoraggiamo inoltre fortemente l'uso continuato di mascherine su taxi e a bordo di veicoli ​​a noleggio da parte di conducenti e passeggeri, a meno che non siano esenti. I londinesi sono inoltre incoraggiati a utilizzare opzioni di viaggio attive come camminare e andare in bicicletta per tutto o parte del loro viaggio. Le docking station di Santander Cycles si trovano in tutta la capitale e il programma continua a battere record con un numero maggiore di clienti che noleggiano biciclette ogni anno.



68 views0 comments