Covid, UK: arriva Omicron 2, la sub-variante BA.2. Ecco cosa sappiamo


L'UK Health Security Agency ha messo formalmente sotto osservazione una nuova sub-variante di Omicron chiamata BA.2. La notizia è arrivata a ridosso del 27 Gennaio, giorno in cui verranno tolte tutte le restrizioni anti-Covid.


Secondo l'UKHSA, al momento, nel Regno Unito sono stati rilevati circa 426 casi di BA.2, di cui il primo risale al 6 Dicembre. Per ora la maggior parte dei casi sono stati contati a Londra (146) e nel sud-est (97), con Omicron che rimane la variante dominante nel Regno Unito. Verranno eseguite ulteriori analisi della variante per determinarne caratteristiche e effetti sulla Pandemia per il Regno Unito.


La Dottoressa Meera Chand ha dichiarato che "è nella natura dei virus evolversi e mutare, quindi è prevedibile che continueremo a veder emergere nuove varianti" e che la percentuali di casi BA.2 è veramente bassa. Le prime osservazioni hanno evidenziato che BA.2 ha un tasso di crescita maggiore rispetto ad Omicron, ma sono necessarie ulteriori analisi da oarte dell'UKHSA.


Nel resto del Mondo, ci sono un totale di 8.040 sequenze di BA.2 caricate su Gisaid, il database delle varianti. Queste sono state isolate e inserite a partire dal 17 Novembre. La sub-variante infatti si è diffusa in modo rapido in India e nelle Filippine. Primi segnali mostrano anche che sta crescendo in Germania e Danimarca e in quest'ultimo Paese rappresenta il 20% di tutti i casi di Covid dell'ultima settimana del 2021, con un aumento del 4% nella seconda settimana del 2022.


Un ricercatore dello Statens Serum Institut della Danimarca Anders Fomsgaard, ha voluto specificare di non avere ancora una solida spiegazione della rapida crescita di BA.2, ammettendo però di non essere preoccupato. Sicuramente ha paventato la possibilità che possa resistere di più all'immunità delle persone e che esiste la possibilità che le persone già infettate da Omicron possano infettarsi con BA.2 subito dopo.


Non è chiaro dove si sia generato BA.2, anche se i primi casi erano stati registrati nelle Filippine. Nemmeno è chiaro se il sotto-tipo possa causare sintomi più gravi, ma la Dottoressa Chand ha ribadito che l'UKHSA continuerà a indagare.


Tom Peacock, virologo dell'Imperial College London, parlando a Yahoo News, ha affermato che "è probabile che ci siano differenze minime nell'efficacia del vaccino contro BA.1 (Omicron ndr) e BA.2".


L'UKHSA ha infine dichiarato che è normale per qualsiasi nuova variante che ci siano delle indagini e con studi di laboratorio ed epidemiologici si possono comprendere meglio le caratteristiche della variante. Fortunatamente BA.2 non presenta una mutazione specifica come Omicron. Se necessario però saranno raccomandate al Governo Britannico delle misure di tutela della Salute Pubblica.


193 views0 comments