Covid, UK: si passa da Pandemia a Endemia. Ma cosa vuol dire?


La speranza del Regno Unito, come di tutti gli altri Paesi, è quella che prima o poi la Pandemia da Covid-19 smetta di condizionare così pesantemente i nostri modelli di società. L'obiettivo è quello della "pacifica convivenza" tra virus e Popolazione. Questo avverrà soltanto nel momento in cui la Pandemia diventerà Endemia. Ma cosa significa?


Un virus è endemico quando ci sono dei livelli di malattia persistenti, bassi o moderati all'interno di in una determinata area geografica, così recita il Manuale per il controllo delle malattie trasmissibili. Al contrario si parla di epidemia quando il manifestarsi dell'infezione supera un certo livello previsto per un determinato periodo di tempo. Ne consegue che la parola pandemia si riferisce a quando l'epidemia si diffonde in più Paesi o Continenti. Quest'ultima è la definizione di ciò che sta accadendo nel Mondo da quando l'11 marzo 2020 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il Coronavirus una pandemia.


Alcuni esperti, interpellati da Sky News, hanno voluto dare un'ulteriore specifica su ciò che si auspica che accada. La Professoressa Christina Pagel, membro di Independent SAGE, ha detto che il termine "endemico" significherebbe anche che il Covid si palesa, è presente, ma senza i tipici aumenti esponenziali di casi in assenza di misure di contenimento. Infatti Omicron, che ha portato ad aumenti esponenziali di casi, non permette ancora di parlare di Endemia da Covid-19. Formalismi a parte (saranno l'OMS e i Governi Nazionali a definire la situazione, se sia pandemica od endemica) dipende tutto dal virus.


Il Dottor Peter English, ex consulente di Public Health England per il controllo delle malattie trasmissibili, ha specificato che molte definizioni accettate dalla Scienza, quando si parla di Endemia, includono il requisito della prevedibilità del tasso di malattia e ciò dimostrerebbe quanto siamo lontani dall'uscire dalla Pandemia. Sicuro è che le nuove varianti rallenteranno il processo, in quanto quelle che diventeranno significative saranno più infettive per eludere l'immunità derivante dalle precedenti infezioni e vaccinazioni. Da considerare c'è anche il fatto che la virulenza di altre varianti potrebbe essere più alta, causando ondate più o meno intense e più o meno gravi.


Gli esperti concordano su un punto fondamentale: "endemico" viene spesso confuso con l'idea di convivenza con il Covid, conseguente gli studi che dimostrano che la variante Omicron ha meno probabilità di portare gli infetti in ospedale. In realtà, come il Dottor English ha specificato, la maggior parte delle malattie sono endemiche e solo perché una malattia è endemica, non significa che sia innocua e non abbia delle conseguenze importanti sugli individui.


Forse la definizione più limpida e immediata di ciò che vorrà dire la raggiunta endemia è stata data dalla Professoressa Pagel: imparare a convivere con il Covid significa "creare un ambiente sicuro in cui possiamo avere una vita il più normale possibile", ossia le persone avranno la possibilità di essere "al sicuro al chiuso tanto quanto all'aperto".


Il Segretario di Stato all'istruzione Nadhim Zahawi ha dichiarato che spera "che saremo una delle prime grandi economie a mostrare al mondo come si passa dalla pandemia all'endemia, e poi affrontarla per quanto tempo rimarrà con noi, che siano cinque, sei, sette o 10 anni".


Nel mentre il Governo di Londra sta facendo un primo passo verso il nuovo "approccio endemico" e si appresta a non finanziare più i test gratuiti per i Sudditi. Secondo il Governo e i suoi esperti a breve non sarà più necessario dover sapere quante persone hanno contratto il virus e quindi le forniture di tamponi gratuiti verranno tagliate.



731 views0 comments