Covid, variante Omicron: ecco spiegate le nuove regole


Il Primo Ministro Britannico Boris Johnson ha annunciato, come già anticipato, che verranno introdotte nuove regole per far fronte all'ultima variante di Covid, l'ormai nota Omicron.


Le misure fondamentalmente sono tre e riguardano l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici, l'obbligo di isolamento in caso di contatti con casi sospetti di Omicron e l'obbligo di effettuare un test PCR al secondo giorno per chi entra nel Regno Unito.


OBBLIGO DI INDOSSARE LA MASCHERINA


Questa misura è stata adottata per evitare chiusure nel periodo delle Feste Natalizie. Il provvedimento, valido per la sola Inghilterra (al momento Scozia, Galles e Irlanda del Nord non hanno imposto l'obbligo), richiederà a tutte le persone di indossare una mascherina nei negozi, nei musei e sui trasporti pubblici. Al momento quindi le mascherine non saranno obbligatorie nei ristoranti e nei pub. I bambini di età inferiore agli 11 anni, le persone con problemi respiratori, malattie mentali e/o disabilità fisiche sono esentati dall'indossare le mascherine.


Viene invece lasciata enorme libertà alle altre Aziende, che decideranno in autonomia se imporre l'uso delle mascherine tra i propri dipendenti.


OBBLIGO DI ISOLAMENTO


Tutti i contatti di casi sospetti di variante Omicron dovranno rispettare un periodo di autoisolamento di 10 giorni, indipendentemente dal loro status vaccinale e saranno contattati da NHS Test and Trace.


Anche in questo caso, al momento, Scozia, Galles e Irlanda del Nord non hanno imposto tale obbligo.


OBBLIGO DI EFFETTUARE UN TEST PCR PER CHI ENTRA NEL REGNO UNITO


Tutti gli individui che entreranno nel Regno Unito dovranno sottoporsi ad un test PCR del giorno 2, precedentemente ordinato e autoisolarsi fino alla ricezione dell’esito negativo.


Gli scienziati sono già al lavoro per studiare la variante Omicron, con l'obiettivo di fornire maggiori informazioni per combattere al meglio il virus.

489 views0 comments