Curiosità: La storia del simbolo £ (sterlina)


Ogni giorno abbiamo a che fare con il simbolo £ usato nel Regno Unito per indicare la Sterlina, ma da dove nasce questo simbolo?


Che ci crediamo o no il simbolo £ non è nient'altro che la lettera maiuscola L nella versione corsiva e la sua origine deriva dalla parola latina libra ovvero bilancia

Il simbolo di sterlina ("£", più diffuso nel Regno Unito) è il simbolo per la sterlina britannica (pound) la valuta del Regno Unito. Esistono tuttavia anche Paesi la cui valuta si chiama pound, ma che non usano il simbolo £ a livello ufficiale.

Il simbolo deriva dalla parola latina libra, l'unità base romana di massa (corrispondente circa a 0,329 kg), che a sua volta deriva dalla parola latina usata per indicare la bilancia. Pound divenne un'unità di massa britannica e la moneta fu chiamata pound perché in origine valeva quanto una libbra Tower (326 g) di argento fino (puro).

All'inizio il penny prima di essere convertito nel sistema decimale (240 penny costituivano £1) prese il simbolo d dalla parola latina denarius, il 'penny' dei Romani.

Il simbolo di Sterlina, come il simbolo di dollaro ("$"), limitatamente alla lingua inglese, irlandese e maltese, è di solito posto davanti al numero (cioè "£120" e non "120 £"), e non è separato dal numero che segue.


Il simbolo "₤" è anche conosciuto come simbolo di lira, essendo lira sterlina il nome ufficiale della valuta.


In Italia prima dell'adozione dell'euro, il simbolo era usato, spesso con le due linee orizzontali, per indicare prezzi in lire italiane (in alternativa al più frequente L). Si potevano in effetti riscontrare vari simboli, non esistendo un simbolo unico ufficiale: sulle monete c'era scritto L. 100, ma in altri contesti si poteva trovare £ 100, £. 100, ₤ 100, ₤. 100, L 100, Lit 100 o Lit. 100. Meno frequentemente, il simbolo poteva trovarsi anche dopo l'importo.

104 views0 comments