Italia, Green Pass: riconosciuti vaccinazioni e certificati di guarigione esteri



Come è noto dalle 24 di questa sera, ossia da Venerdì 6 Agosto, scatterà l'obbligo del Green Pass in Italia, ma di queste ore è la notizia che il Ministero della Salute Italiano ha emesso una Circolare nella quale finalmente sono riconosciute le vaccinazioni sostenute dagli Italiani nei Paesi che non sono membri dell'Unione Europea. Un sospiro di sollievo per tutti i Cittadini Italiani che risiedono nel Regno Unito e in generale all'estero. Il documento tutela anche coloro che si sono ammalati di Covid-19. È possibile quindi ottenere il Green Pass per tutti quelli che sono stati vaccinati con Pfizer, Moderna, AstraZeneca o Johnson&Johnson e per tutti quelli che dimostrano di aver contratto il virus e di essere guariti.


La procedura prevista nella Circolare dà il compito alle ASL italiane di verificare le richieste e registrarle nel sistema "Tessera Sanitaria". Non è necessario essere iscritti al Servizio Sanitario Nazionale. La Circolare recita che ''bisognerà andare presso le Aziende Sanitarie Locali di competenza territoriale, secondo modalità stabilite dalle Regioni e Province Autonome". Oltre al Documento di Identità e al Codice Fiscale è richiesto un certificato di sostenuto ciclo vaccinale o un certificato di guarigione.


Se c'è stato il completamento del ciclo vaccinale è necessario un documento dall'Autorità sanitaria estera contenente i dati identificativi dell'individuo, quelli del vaccino, la data di somministrazione e i dati identificativi dell'Autorità che ha rilasciato il certificato.


Per chi è guarito è necessario presentare un certificato di guarigione rilasciato dall'Autorità sanitaria estera contenente i dati identificativi dell'individuo, la data del primo tampone molecolare positivo e i dati identificativi di chi ha rilasciato il certificato.


Per chi si è ammalato e poi ha sostenuto la vaccinazione unica è importante presentare entrambe le certificazioni.


I certificati devono essere redatti in Lingua Inglese e in Lingua Tedesca e Inglese per la Provincia di Bolzano. In caso di altra Lingua è necessaria una traduzione giurata.


Chi ha ricevuto la prima dose all'estero e vuole completare il ciclo in Italia può farlo, ma il Green Pass per il primo vaccino può essere rilasciato solo se non sono scaduti i termini del richiamo (42 giorni per vaccini mRNA e 84 giorni per AstraZeneca).


La documentazione presentata potrà essere validata solo da personale medico e tutti i dati inseriti nel sistema "Tessera Sanitaria" confluiranno nella piattaforma per generare automaticamente il Green Pass per il Covid-19, ottenibile fisicamente poi dai canali previsti (Farmacie, Medici di Base o virtualmente su App Immuni, App IO e sistema Tessera Sanitaria).

1,247 views0 comments