La storia di Tafida: in cura al Gaslini con l'obiettivo di aprire un centro nel Regno Unito



Tafida Raqeeb, bambina di 7 anni, inizia il suo calvario nel 2019, a causa della rottura di una vena. I medici dell'NHS avevano perso la speranza e avevano ordinato di staccarla dalle macchine che la tenevano in vita. Per fortuna i suoi genitori hanno vinto l'appello presso l'High Court e hanno potuto portarla in Italia per continuare a curarla. Ora il papà e la mamma di Tafida vogliono aiutare anche altre famiglie.


Tafida, nel Febbraio 2019, all'età di quattro anni è stata improvvisamente colpita dalla rotura di un vaso sanguigno nel cervello. Purtroppo è entrata subito in coma e i medici di ben tre ospedali londinesi hanno tentato il tutto per tutto per salvarla, ma il Royal London Hospital aveva deciso che non c'era più nulla da fare. L'NHS aveva chiesto all'High Court di ordinare lo spegnimento della macchina che la teneva in vita, dato che secondo i dottori sarebbe morta comunque entro poche settimane.


I suoi genitori, l'avvocato Shelina Begum e il consulente edilizio Mohammed Raqeeb, non si sono arresi e hanno chiesto alla Corte di salvare loro figlia, in quanto quest'ultima percepiva e rispondeva alla presenza dei genitori. Ad Ottobre 2019 il giudice MacDonald si è schierato con la famiglia, citando la "santità della Vita"; cominciava così una nuova fase per la piccola.


Tafida è stata infatti trasferita all'Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova e nel giro di tre mesi stava abbastanza bene da poter lasciare la terapia intensiva e respirare da sola per periodi prolungati. Ora ha 7 anni e si trova ancora al Gaslini con la sua famiglia, la quale è entusiasta dei progressi fatti grazie alla pazienza dei medici italiani.


L'esperienza vissuta da Tafida ha ispirato i suoi genitori e altre persone nella creazione di un ente di beneficenza per aiutare altre famiglie. Al momento è stata registrata la Tafida Raqeeb Foundation e già il 22 Marzo lancerà una campagna per costruire un centro medico nel Regno Unito per il trattamento di bambini con lesioni cerebrali. Il progetto, dal costo di 25 milioni di sterline, ha il sostegno della Baronessa Finlay di Llandaff, medico membro della Camera dei Lord ed ex Presidente della Royal Society of Medicine. Il centro di riabilitazione sarà in grado di ospitare almeno 20 piccoli pazienti e si occuperebbe della cura e del recupero dei bambini colpiti da gravi incidenti o malattie che comportano danni cerebrali.


La Tafida Raqeeb Foundation ha dichiarato che "purtroppo, l'unico centro neurologico specializzato esistente nel Regno Unito ha posti letto limitati per i bambini. C'è quindi un enorme deficit e molti bambini che potrebbero essere aiutati non possono accedere alla riabilitazione. L'obiettivo della Tafida Raqeeb Foundation è quello di creare un centro di riabilitazione neurologica pediatrica che offra speranza a questi bambini".


Per ulteriori informazioni è visitabile il sito della Fondazione.




241 views0 comments