top of page

Mimmo Rotella: the Urban Poet



La JD Malat Gallery in collaborazione con l’Ambasciata Italiana nel Regno Unito ha organizzato una retrospettiva dell’artista catanzarese Mimmo Rotella, uno dei più importanti esponenti artistici europei del dopo guerra. Il suo stile riconoscibilissimo fa uso di manifesti pubblicitari che ritaglia e compone in una nuova immagine con la tecnica del decollage perchè incolla più posters su una superficie e poi li strappa in modo da mostrare i vari strati . Scomparso nel 2006, è rimasto attivo fino alla fine, tanto che il sindaco di Catanzaro nel 1999 emanò un decreto comunale che lo autorizzava ad abbattere liberamente i manifesti nel territorio municipale. Nel 1949, alla ricerca di una modalità espressiva alternativa, inventa una poesia che chiama "epistaltica", una serie di parole prive di significato, fischi, suoni, numeri e onomatope. Mimmo Rotella si unì al movimento del Nuovo Realismo nel 1960, anche se non firmò ufficialmente il manifesto. Le sue opera sono state esposte nei maggiori musei del mondo come il New York Guggenheim Museum, nel Centre Pompidou a Parigi, oltre ad esserci una sua opera alla Tate Modern al momento non in esposizione.



Le opere presenti in questa retrospettiva coprono tutto l’arco della produzione di Mimmo Rotella, con anche alcuni lavori inediti esplora una varietà di temi esplorando una varietà di temi.



Durante l’anteprima è stato presente l’Ambasciatore Inigo Lambertini e frag li ospiti il direttore dell’Italian Trade Agency Giovanni Sacchi.


I lavori esposti hanno coperto cinque decadi della produzione di Mimmo Rotella con opera datate fino agli ultimi anni di vita dell’artista.


Mimmo Rotella: The Urban Poet sara’ in mostra fino al 28 Gennaio 2023.


Cristina Polizzi


ENGLISH VERSION


The JD Malat Gallery in collaboration with the Italian Embassy in the United Kingdom has organized a retrospective of the Catanzaro artist Mimmo Rotella, one of the most important post-war European artistic exponents. His highly recognizable style makes use of advertising posters which he cuts out and composes into a new image with the decollage technique because he glues multiple posters onto a surface and then tears them apart to show the various layers. Passed away in 2006, he remained active until the end, so much so that the mayor of Catanzaro in 1999 issued a municipal decree which authorized him to freely tear down posters in the municipal area. In 1949, looking for an alternative mode of expression, he invents a poem that he calls "epistaltic", a series of meaningless words, whistles, sounds, numbers and onomatopoeia. Mimmo Rotella joined the New Realism movement in 1960, although he did not officially sign the manifesto. His work has been exhibited in major museums around the world such as the New York Guggenheim Museum, Centre Pompidou in Paris, as well as one of his works at the Tate Modern not currently on display.


The works featured in this retrospective cover the entire arc of Mimmo Rotella's production, with even some unpublished works exploring a variety of themes.


Ambassador Inigo Lambertini was present during the preview and the director of the Italian Trade Agency Giovanni Sacchi was among the guests.


The exhibited works covered five decades of Mimmo Rotella's production with works dated up to the last years of the artist's life.


Mimmo Rotella: The Urban Poet will be on display until January 28, 2023.



 



19 views0 comments
bottom of page