Pasquetta: perchè la festeggiamo? origine e significato


Il nome Pasquetta, o Lunedì dell’Angelo, si riferisce al giorno dopo Pasqua ed è tradizione per gli italiani trascorrerlo in compagnia di amici e famigliari organizzando gite fuori porta.


Questa giornata è chiamata Lunedì dell’Angelo in quanto celebra l’incontro tra l’Angelo e le donne recatesi presso il sepolcro di Gesù.

Secondo il Vangelo, infatti, Maria Maddalena si era recata insieme ad altre donne al sepolcro dove era stato posto il corpo di Gesù Cristo, con l’intento di imbalsamarlo e ungerlo con degli oli aromatici, tuttavia giunte davanti al sepolcro, videro che la roccia che lo chiudeva in precedenza era stata spostata; mentre si domandavano preoccupate cosa fosse accaduto, apparve loro un angelo che disse: "Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui! È risorto come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. Ora andate ad annunciare questa notizia agli Apostoli" (Mc 16,1-7).

Non è chiaro il motivo per cui tali fatti per tradizione siano stati collocati non il giorno di Pasqua, ma quello successivo. Potrebbe derivare da un errore nell’interpretazione della locuzione "il giorno dopo la Pasqua" scritta nei Vangeli, la quale si riferisce alla Pasqua ebraica, la quale cadeva di sabato.


Pasquetta non è un giorno di precetto, ovvero la religione cattolica non richiede l’obbligo di andare alla Santa Messa, ad eccezione della Germania ed altri Paesi germanofoni.


La tradizione popolare di festeggiare il giorno di Pasquetta è stata introdotta dallo Stato italiano nel dopoguerra con lo scopo di allungare la festività.


L’abitudine di organizzare gite fuori porta con amici e parenti può essere interpretata in diverse maniere.

Una teoria ricollega l’uscita all’aria aperta ad un voler ricordare il viaggio intrapreso da alcuni discepoli verso Emmaus il giorno della Resurrezione.

Un'altra teoria, per nulla collegata alla religione cattolica, giustifica l’uscita fuori porta con il fatto che, cadendo il giorno di Pasquetta all’inizio della Primavera, si preferisce approfittare del giorno di festa per godersi l’aria aperta ed il clima che inizia a farsi più mite.


ENGLISH VERSION


Easter Monday: why do we celebrate it? origin and meaning

The name Pasquetta, or Easter Monday, refers to the day after Easter and it is a tradition for Italians to spend it with friends and family organizing trips out of town.


This day is also called Angel Monday as it celebrates the meeting between the Angel and the women who went to the tomb of Jesus.

According to the Gospel, in fact, Mary Magdalene had gone together with other women to the tomb where the body of Jesus Christ had been placed, with the intention of embalming it and anointing it with aromatic oils, however when they arrived in front of the tomb, they saw that the rock that previously closed it had been moved; while they were wondering worriedly what had happened, an angel appeared to them and said: "Do not be afraid, you! I know you are looking for Jesus the crucified. He is not here! He is risen as he said; come and see the place where he was laid. Now go. to announce this news to the Apostles "(Mc 16: 1-7).

It is not clear why these facts were traditionally placed not on Easter, but on the following day. It could derive from an error in the interpretation of the phrase "the day after Easter” written in the Gospels, which refers to the Jewish Easter, which fell on the Saturday.


Easter Monday is not a day of obligation: the Catholic religion does not require the obligation to go to Holy Mass, with the exception of Germany and other German-speaking countries.


The popular tradition of celebrating Easter Monday was introduced by the Italian government after the war with the aim of extending the holiday.


The habit of organizing trips out of town with friends and relatives can be interpreted in different ways.

One theory reconnects going outside to the will to remember the journey undertaken by some disciples to Emmaus on the day of the Resurrection.

Another theory, not at all connected to the Catholic religion, justifies going out of town with the fact that, since Easter Monday is at the beginning of Spring, one prefers to take advantage of the holiday to enjoy the outdoors and the climate which starts to get warmer.



 


84 views0 comments