Regina Elisabetta II: ecco i Premier Britannici del suo Regno



In 70 anni di Regno la Regina Elisabetta II ha visto succedersi ben 15 Primi Ministri alla guida del Regno Unito. Alcuni sono ricordati come degli eroi e dei simboli, altri hanno lasciato un cattivo ricordo di sè, ma si tratta di punti di vista. Eccoli qui in questa galleria fotografica.


Winston Churchill, 1951-1955



Il più noto Premier del Paese. Ha avuto un ruolo fondamentale durante la Seconda Guerra Mondiale, ispirando i Sudditi e il Mondo intero. Nel 1951 ha iniziato il suo secondo mandato.


Anthony Eden, 1955-1957



Punto di riferimento negli anni della Seconda Guerra Mondiale quando ha ricoperto il ruolo di Segretario agli Esteri. Quando è diventato Premier ha dovuto affrontare la Crisi del Canale di Suez del 1956.


Harold Macmillan, 1957-1963



Eroe della Prima Guerra Mondiale. Si è poi dedicato alla Politica, risultando utile da Segretario agli Approvigionamenti del Governo Churchill. Ha avuto un ruolo di primo piano per la Liberazione d'Italia coordinandosi con Vittorio Emanuele III e il Generale Pietro Badoglio.


Alec Douglas-Home, 1963-64



Ultimo Primo Ministro della storia proveniente dalla Camera dei Lord. Criticato per via del suo modo aristocratico di fare Politica, che non sapeva gestire le sfide economiche moderne.


Harold Wilson, 1964-1970 e 1974-1976



Nel suo primo mandato è riuscito ad ottenere importanti risultati a livello sociale: nel 1967 ha depenalizzato l'omosessualità, nel 1968 ha legalizzato l'aborto, il 1969 è stato l'anno del divorzio e dell'abolizione della pena di morte.


Edward Heath, 1970-1974



Di modeste origini. Ha scalato dal basso la Politica. Nel 1973 ha portato il Regno Unito come Stato Membro nelle Comunità Europee.


James Callaghan, 1976-1979



Resta vivido il suo ricordo per via del noto "Inverno del malcontento", caratterizzato da un susseguirsi di scioperi dei dipendenti pubblici che hanno creato profondi disagi al Paese e alla Popolazione.


Margaret Thatcher, 1979-1990



Dopo Churchill è stata la Premier più famosa, nota come Iron Lady. Nota perchè prima Donna a ricoprire la carica da Primo Ministro e per le sue idee liberiste, che hanno portato a privatizzazioni, deregolamentazioni del mercato finanziario e flessibilità del mercato del Lavoro.


John Major, 1990-1997



Ha sostituito Thatcher per tenere unito il Partito Conservatore, affrontando il "Mercoledì Nero" del 1992 (la speculazione finanziaria ai danni della Lira Italiana e della Sterlina Inglese) e il declino del Partito per via delle politiche economiche impopolari.


Tony Blair, 1997-2007



Ha portato il Labour Party al suo più importante risultato elettorale. Questo gli ha permesso di approvare una legge sui salari minimi e una legge sui diritti umani. Ha istituito il Parlamento Scozzese e le Assemblee del Galles e dell'Irlanda del Nord. Da ricordare la firma dell'Accordo del Venerdì Santo del 1998.


Gordon Brown 2007-2010



Secondo l'opinione pubblica ha rappresentato l'esaurimento di quello che è stato il blairismo, ma in precedenza, quando ricopriva la carica di Cancelliere, il Regno Unito ha registrato i più alti livelli di crescita economica.


David Cameron, 2010-2016



Ha guidato un Governo di coalizione con i LibDem che ha dovuto far fronte alla Crisi Economica cominciata nel 2008 negli USA con politiche di austerità. Ha affrontato il referendum sulla riforma elettorale, quello sull'indipendenza scozzese ed infine ha promosso quello sulla Brexit, il quale lo ha portato a dare le dimissioni per individuare una nuova leadership che attuasse l'uscita dall'Europa.


Theresa May, 2016-2019



Viene ricordata come la Premier della Brexit (anche se a contraria) in quanto doveva proporre un accordo soddisfacente per l'uscita del Paese dall'Unione Europea. Ha dovuto scontrarsi con numerose difficoltà e vedendo il suo accordo respinto alla Camera dei Comuni ha dato le sue dimissioni.


Boris Johnson, 2019-2022



Ex Sindaco di Londra, è noto al pubblico per il suo carattere da burlone e le sue numerose gaffes. Il suo mandato è stato caratterizzato dalla Pandemia da Covid-19 e da numerosi scandali, che lo hanno spinto alle dimissioni, ma è riuscito a presentare un accordo soddisfacente per la Brexit e ha definitivamente portato fuori dall'UE il Regno Unito.


Liz Truss 2022-oggi



Si tratta dell'ultima Premier nominata da Elisabetta II appena qualche giorno fa.


ENGLISH VERSION


QUEEN ELIZABETH II: HERE'S HER REIGN'S BRITISH PREMIERS


In the 70 years of her reign, Queen Elizabeth II has seen 15 Prime Ministers lead the United Kingdom. Some are remembered as heroes and symbols, others have left a bad memory of themselves, but these are points of view. Here they are in this photo gallery.


Winston Churchill, 1951-1955


The most famous Premier of the Country. He played a key role during the World War II, inspiring the Subjects and the whole World. In 1951 he began his second term.


Anthony Eden, 1955-1957


Point of reference in the years of the World War II when he held the role of Foreign Secretary. When he became Premier, he faced the 1956 Suez Canal Crisis.


Harold Macmillan, 1957-1963


Hero of the World War I. He then devoted himself to Politics, being useful as Secretary of Supplies in Churchill's Government. He had a leading role for the Liberation of Italy coordinating with Vittorio Emanuele III and General Pietro Badoglio.


Alec Douglas-Home, 1963-64


Last Prime Minister of history from the House of Lords. Criticized for his aristocratic way of doing Politics, which could not handle modern economic challenges.


Harold Wilson, 1964-1970 and 1974-1976


In his first term he succeeded in achieving important results at the social level: in 1967 he decriminalized homosexuality, in 1968 he legalized abortion, 1969 was the year of divorce and the abolition of the death penalty.


Edward Heath, 1970-1974


Of modest origins. He climbed Politics from below. In 1973 he brought the United Kingdom as a Member State into the European Communities.


James Callaghan, 1976-1979


His memory remains vivid because of the well-known "Winter of discontent", characterized by a succession of strikes by civil servants that have created deep hardship to the Country and the Population.


Margaret Thatcher, 1979-1990


After Churchill she was the most famous Premier, known as the Iron Lady. Remembered because she was the first Woman to hold the position of Prime Minister and for her liberal ideas, which led to privatisation, deregulation of the financial market and flexibility of the labour market.


John Major, 1990-1997


He replaced Thatcher to keep the Conservative Party together, he faced the "Black Wednesday" of 1992 (financial speculation against the Italian Lira and the British Pound) and the Party’s decline due to unpopular economic policies.


Tony Blair, 1997-2007


He brought the Labour Party to its most important election result. This allowed him to pass a law on minimum wages and a law on human rights. He established the Scottish Parliament and the Assemblies of Wales and Northern Ireland. To remember is the signing of the Good Friday Agreement in 1998.


Gordon Brown 2007-2010


According to public opinion he represented the exhaustion of what was Blairism, but previously, when he was Chancellor, the United Kingdom experienced the highest levels of economic growth.


David Cameron, 2010-2016


He led a coalition Government with the LibDem that faced the economic crisis that began in 2008 in the US with austerity policies. He faced the referendum on electoral reform, the referendum on Scottish independence and finally promoted the referendum on Brexit, which led him to resign to identify a new leadership that would implement the exit from Europe.


Theresa May, 2016-2019


She is remembered as the Premier of Brexit (although she was contrary) because she had to propose a satisfactory agreement for the Country’s exit from the European Union. She had to contend with numerous difficulties and seeing her agreement rejected in the House of Commons she resigned.


Boris Johnson, 2019-2022


Former Mayor of London, he is known to the public for his prankster character and his many gaffes. His mandate was marked by the Covid-19 Pandemic and numerous scandals, which led him to resign, but he managed to present a satisfactory deal for Brexit and finally took the UK out of the EU.


Liz Truss 2022-present


This is the last Premier appointed by Elizabeth II just a few days ago.



 


30 views0 comments