Regno Unito: birra quasi finita a causa dell'elevata richiesta


Con la riapertura delle attività nel Regno Unito, seppur limitate alle aree esterne ai locali, ha portato le persone ad accorrere verso pub e ristoranti, portando il consumo di birra alle stelle.


I proprietari dei locali hanno lanciato l'allarme in quanto sembrerebbe che la birra stia iniziando a scarseggiare dato l'elevato consumo di alcolici avvenuto in questi giorni: solamente lo scorso sabato sarebbero state consumate circa 6 milioni di pinte di birra e 600.000 bottiglie di vino.

Dal 12 al 19 aprile, durante la prima settimana di riaperture, dal 12 al 19 aprile, il consumo di alcolici è aumentato del 12% rispetto al 2019, prima che scoppiasse la pandemia.


L'elevata richiesta di birra ha costretto i gestori a spostare la birra da un locale all'altro per riuscire a servire tutti i clienti e i birrifici hanno ammesso di faticare a tenere il passo, tanto che Heineken, ad esempio, ha deciso di imporre un limite alle ordinazioni.


Tuttavia per il settore dell'hospitality ci vorrà ancora diverso tempo per riuscire a sanare le perdite economiche causate dalla pandemia, per non parlare della poca manodopera disponibile, in quanto a causa della Brexit, oltre che del virus, molti giovani europei, che si recavano nel Regno Unito per lavorare come camerieri, cuochi e dipendenti di bar, pub e ristoranti, se ne sono andati.

116 views0 comments