REGNO UNITO, BREXIT: REGOLE SULL'IMMIGRAZIONE IN UK


I principali cambiamenti relativi al nuovo sistema di immigrazione, introdotto nel Regno Unito a seguito dell'attuazione della Brexit, vedranno la fine della libera circolazione per i cittadini dell'UE che vorranno venire a vivere e lavorare nel Regno Unito.


Il nuovo sistema si basa su dei punti che verranno assegnati a chiunque voglia risiedere o lavorare in Gran Bretagna: ne serviranno 70 per qualificarsi per un visto.

I punti verranno assegnati in base a dei requisiti chiave come la capacità di parlare inglese a un certo livello, avere un'offerta di lavoro da un datore di lavoro approvato e soddisfare una soglia minima di stipendio.

Il nuovo regime di immigrazione è progettato per ridurre il numero di migranti poco qualificati che entrano in Gran Bretagna, rendendo più facile per i lavoratori più qualificati ottenere i visti.


Come funzionerà il sistema?

Dal 1 ° gennaio 2021, i migranti dell'UE non possono più viaggiare liberamente nel Regno Unito per lavoro: tutti i lavoratori, UE e non, dovranno guadagnare 70 punti con un sistema progettato per valutare le loro competenze e il loro stipendio.


Il lavoro per il quale si proporranno dovrà essere sponsorizzato da un datore di lavoro approvato dal Ministero degli Interni, con uno stipendio annuo di £ 20.480 (o più).

Sono previste anche altre opzioni per studenti, neolaureati, familiari a carico e altri giovani che permetteranno loro di rimanere nel Regno Unito senza un'offerta di lavoro.


Come verranno assegnati i punti?

Secondo le nuove regole, i lavoratori "qualificati" potranno ottenere un visto di lavoro nel Regno Unito solo se guadagneranno70 punti.


Per ottenere 50 punti, dovranno soddisfare tutti i seguenti requisiti, non negoziabili:

- ricevere un'offerta di lavoro da uno sponsor autorizzato (20 punti) - parlare inglese, secondo uno standard accettabile (10 punti) - assicurarsi che l'offerta di lavoro sia a livello di abilità RQF3 (equivalente al livello A) o superiore (20 punti)


Altri 20 punti extra "negoziabili", verranno assegnati in base a uno o più dei seguenti requisiti:

- guadagnare almeno £ 25.600 (20 punti) - avere un'offerta di lavoro per una "occupazione di carenza" (20 punti) - essere un "nuovo ingresso" nel mercato del lavoro (20 punti) - avere un dottorato di ricerca in una materia STEM pertinente (20 punti) - avere un dottorato di ricerca in una materia non STEM pertinente (10 punti)

Come funziona la soglia salariale?

Chiunque richieda un visto per "lavoro qualificato" nel Regno Unito dovrà guadagnare un minimo indispensabile di £ 20.480 annue.

Tuttavia, molti candidati scopriranno di dover avere uno stipendio più alto al fine di ottenere i 20 punti extra "negoziabili", di cui hanno bisogno.


I punti extra verranno assegnati come segue:

- 10 punti se si guadagnano almeno £ 23.040 o il 90% della tariffa corrente per il lavoro, a seconda di quale sia la più alta - 20 punti se si guadagnano almeno £ 25.600 o il 100% della tariffa corrente per il lavoro, a seconda di quale sia la più alta.

La "tariffa corrente" è variabile: £ 67.300 per gli amministratori delegati e £ 21.800 per i gestori di hotel.


La soglia salariale di £ 20.480 è assoluta e si applica indipendentemente dal fatto che qualcuno lavori a tempo pieno o part time.

La "tariffa corrente", invece, può essere gestita proporzionalmente per le persone che lavorano a tempo, purché venga rispettata la soglia salariale dell'importo in contanti (£ 25.600, £ 23.040 o £ 20.480).


Quali saranno i costi di commissione?

I lavoratori qualificati pagheranno una tassa di iscrizione di £ 610 o £ 1.220 per soggiorni superiori ai tre anni, qualora richiedano un visto al di fuori del Regno Unito, mentre la spesa sarà di £ 464 o £ 928 per soggiorni superiori a tre anni per occupazioni che necessitano manodopera.

Dovranno inoltre pagare il supplemento sanitario per l'immigrazione per i servizi dell'NHS, che sale a £ 624 all'anno.


Inoltre i datori di lavoro dovranno pagare una "tassa sulle competenze in materia di immigrazione" di 1.000 sterline per lavoratore all'anno.

Agli enti di beneficenza e alle piccole e medie imprese si continueranno ad applicare tariffe scontate di £ 364 all'anno.


Lavoratori del settore sanitario

Ci sarà un visto per i lavoratori del settore sanitario e dell'assistenza per permettergli un rapido accesso, supporto dedicato e uno sconto sulla tariffa di richiesta del visto standard di £ 610.

I titolari di visto e i loro parenti stretti saranno esentati dal supplemento sanitario per l'immigrazione.


Coloro che faranno domanda dovranno comunque soddisfare i requisiti di base degli altri lavoratori qualificati, tuttavia saranno esentati dalla necessità di soddisfare i requisiti del bonus "negoziabile".

Potranno ottenere i 20 punti extra anche se lo stipendio sarà pari a £ 20.480 annue, purché sia ​​nell'elenco delle professioni sanitarie.