Regno Unito, Covid: vaccino ora disponibile anche per i bambini tra 5 e 11 anni


Anche nel Regno Unito arrivano finalmente certezze sulla questione dei vaccini per le fasce d'età più basse. Precisamente parliamo dei bambini che hanno tra i 5 e gli 11 anni. Il sito del Governo Britannico ha chiarito in una sezione apposita il fatto.


Già il 22 dicembre 2021, il comitato di esperti che si occupa della vaccinazione e dell'immunizzazione della Nazione, isituito dal Governo Britannico, l'ormai noto JCVI, ha consigliato che ai bambini di età compresa tra 5 e gli 11 anni, con un certo grado di rischio clinico o a contatto con un famigliare immunodepresso, dovrebbe essere fatto il vaccino. Precisamente gli esperti hanno consigliato la sola vaccinazione primaria, che consiste in due vaccini da 10 microgrammi (mcg) di Pfizer-BioNTech, noto anche come Comirnaty.


Dopo questa decisione è di queste ore la notizia che il JCVI ha esaminato ulteriori prove sugli impatti dell'estensione della vaccinazione anche agli altri bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, ossia quelli non a rischio e non a contatto con individui immunodepressi. Sono stati esaminati i benefici per la salute e anche i potenziali benefici educativi, nonchè l'impatto sui servizi dell'NHS, sostenendo un programma di vaccinazioni di due dosi. L'obiettivo sono 5 milioni di bambini piccoli.


Anche nel caso dei bambini nona rischio si consigliano due dosi da 10 mcg del vaccino Pfizer-BioNTech e le due dosi devono essere somministrate con un intervallo di almeno 12 settimane tra loro. L'intenzione è quella di aumentare l'immunità della popolazione, anche nell'ottica di una potenziale ondata futura di Covid.


Oltre all'importanza sottolineata dal JCVI di rendere fruibile la vaccinazione a tutti i bambini senza distinzioni sociali, con particolare attenzione a quelli iscritti a scuola, è stato espressamente dichiarato che questa campagna è da intendersi come un programma una tantum in risposta alla Pandemia. Dato che il Covid pare avvicinarsi allo status di endemicità, JCVI valuterà se avrà senso consigliare altre vaccinazioni in futuro.



91 views0 comments