Regno Unito: fissare qualcuno è molestia sessuale



Il Detective Sovrintendente Sarah White, che guida la squadra di reati sessuali della British Transport Police, ha detto al Telegraph che è umano guardare le cose ma è diverso quando qualcuno sta fissando qualcuno, o c'è una motivazione sessuale e che la polizia registrerà questi atti come crimini e indagherà su di loro.



Il mese scorso un uomo è stato condannato a 22 settimane di carcere dopo aver "continuato a fissare" una donna su un treno nel Berkshire. Si è seduto accanto alla vittima sul treno e ha iniziato a fissarla intensamente. La vittima ha chiesto di smettere, ma lui ha rifiutato.


Una ricerca del 2019 del Centre for London mostra che quasi la metà di coloro che subiscono molestie sessuali non lo dicono a nessuno e ha scoperto che le donne avevano quasi il doppio delle probabilità degli uomini di menzionare la sicurezza personale come un limite per camminare e usare i mezzi pubblici.


Il mese scorso Transport for London ha lanciato una nuova campagna contro le molestie sessuali su donne e ragazze. Alcuni poster sono stati collocati nelle stazioni della metropolitana di Londra.



La campagna anti-molestie è iniziata con una dichiarazione rilasciata da TfL: "Le molestie sessuali sono una forma di violenza, il più delle volte diretta contro le donne e le ragazze nei luoghi pubblici. [...] La sicurezza delle donne e delle ragazze è una priorità assoluta per TfL e questa nuova campagna è un elemento del lavoro di TfL per garantire che tutti possano viaggiare con fiducia. [...] La campagna mira a sfidare la normalizzazione e il licenziamento di questo comportamento come "qualcosa che accade" a donne e ragazze sui trasporti pubblici e in altri spazi pubblici, mettendo in chiaro che non è mai accettabile e che sarà sempre intrapresa la più forte azione possibile".


ENGLISH VERSION


UK: STARING AT SOMEONE IS SEXUAL HARASSMENT


Detective Superintendent Sarah White, who leads British Transport Police's sexual offences team, told The Telegraph that it's human to stare at things but it's different when someone is staring at someone, or there’s a sexual motivation and that Police will record this acts as crimes and will investigate them.


Last month a man was sentenced to 22 weeks in prison after "continuously staring" a woman on a train in Berkshire. He sat next to the victim on the train and began staring at her intently. The victim asked to stop but he refused.


A 2019 research of Centre for London shows that nearly half of those who experience sexual harassment do not tell anyone and it found that women were nearly twice as likely as men to mention personal safety as a barrier to walking and using public transport.


Last month Transport for London launched a new campaign against sexual harassment of women and girls. Some posters have been place in tube stations in London.


The anti-harassment campaign began with a statement released by TfL: "Sexual harassment is a form of violence, most often directed against women and girls in public places. [...] The safety of women and girls is an absolute priority for TfL and this new campaign is one element of TfL's work to ensure everyone can travel with confidence. [...] The campaign aims to challenge the normalisation and dismissal of this behaviour as "something that happens" to women and girls on public transport and in other public spaces, making it clear that it is never acceptable and that the strongest possible action will always be taken".


 


110 views0 comments