Regno Unito: un terzo delle domande di Cittadinanza arriva dai Cittadini dei Paesi UE


Un terzo di tutte le domande di Cittadinanza Britannica è rappresentato dalle richieste avanzate da Cittadini di Paesi membri dell'Unione Europea.


Le statistiche dell' Home Office mostrano che entro la fine di Giugno 2021 circa il 37% di tutte le domande presentate provengono da Cittadini UE, un notevole aumento rispetto al 12% del 2016.


Le domande di Cittadinanza effettuate da chi arriva dall'UE sono aumentate dell'83% rispetto all'anno precedente, ben 74.384, il numero più alto in un lasso di tempo di 12 mesi dal 2004. L'aumento esponenziale, secondo l'Home Office è dovuto alla Brexit e alla volontà conseguente dei residenti di preservare ancor di più i propri status e diritti nel Regno Unito.


Come è noto, da Marzo 2019, i Cittadini dei Paesi dell'Unione Europea residenti nel Regno Unito e i loro familiari possono fare domanda per l'EU Settlement Scheme per continuare a vivere nel Regno Unito. Gli ultimi dati mostrano che al 31 luglio 2021 sono state ricevute 6,09 milioni di domande. Ci sono state 200.177 domande di Cittadinanza Britannica avanzate entro il Giugno di quest'anno, il 35% in più rispetto al 2020. Sono state 147.369 le domande accettate, il 4% in più rispetto all'anno scorso.


Circa 19,6 milioni sono stati invece gli arrivi di persone entro la fine di Giugno, inclusi i residenti di ritorno nel Regno Unito, con un calo dell'81% rispetto all'anno precedente a causa della Pandemia da Covid-19.


Entro la fine di Giugno 2021 sono stati anche concessi 830.969 visti, di cui il 35% per studio, il 26% per visita, il 21% per lavoro, il 6% per famiglia e il 13% per altri motivi.


Altre stime interessanti riguardano i Cittadini Afgani: nel periodo dei 12 mesi fino alla fine di Giugno 2021 a 511 persone provenienti dall'Afghanistan è stata offerta protezione nel Regno Unito sotto forma di asilo, reinsediamento e altri tipi di congedo. Erano 942 al Giugno 2020.


Le attività di reinsediamento nel Regno Unito erano state sospese tra Marzo e Novembre 2020, portando a un calo dell'81% del numero complessivo di reinsediamenti, da 3.560 entro il Giugno 2020 a soli 661 entro il Giugno 2021. Il totale include 9 Cittadini Afgani, rispetto agli 89 dei 12 mesi precedenti. Tuttavia, queste cifre non includono il reinsediamento del personale afgano che ha sostenuto le Forze Armate britanniche in Afghanistan. In tutto dal 2013 l'Home Office ha ricollocato più di 3.300 dipendenti afgani con le loro famiglie nel Regno Unito.

28 views0 comments