SuperQuark, intervista a Giuseppe Isoldi: l'omaggio a Piero Angela


Da pochi giorni ci ha lasciati uno dei volti più amati della televisione italiana, Piero Angela, il quale per anni ha tenuto compagnia a grandi e piccoli con i suoi programmi di divulgazione scientifica.

Quark e SuperQuark sono state delle colonne fondamentali della tv italiana. Programmi di divulgazione che hanno insegnato tantissimo a tantissime generazioni.

Per fare ciò c’è stato bisogno di tanti modellini, esperimenti, miniature e molto altro. Dietro a tutto questo c’è stato il genio di Giuseppe Isoldi. Citato tra l’altro ogni puntata da Piero Angela.

In ogni puntata uno dei momenti più attesi era proprio quello dedicato agli esperimenti condotti dal Fisico Paco Lanciano il quale utilizzava le incredibili riproduzioni e modellini di Giuseppe Isoldi.


Quanto lavoro ha richiesto la preparazione delle miniature e dei modellini per le varie puntate nei temi che sono stati affrontati?

Che preparazione personale hai dovuto affrontare per poter essere all’altezza di consegnare questi lavori?


Possiamo vedere una lettera da parte sua che elogia la tua bravura professionale. Ma che rapporto ti legava a lui?

Oggi ci saranno i funerali di Piero Angela: qual è il ricordo più bello che hai di lui?

L’Italia intera è orfana e piange la scomparsa si Piero Angela. Possiamo dire che ora Alberto dovrà raccogliere l’eredità del padre e cercare di colmare la sua assenza? Secondo te lo vedremo, come molti sperano, alla guida di SuperQuark?

Grazie a te e al tuo lavoro abbiamo appreso tantissime nozioni sulla fisica e sulla storia. Qual è il tuo messaggio per gli italiani?


 


162 views0 comments