TRASFERISI IN UK DOPO LA BREXIT



Con l’entrata in vigore della Brexit, le regole per trasferirsi, lavorare e studiare nel Regno Unito sono cambiate.


È possibile recarsi in Gran Bretagna per un massimo di 6 mesi, senza dover richiedere il visto, per turismo, visite a familiari e amici, studio a breve termine e attività commerciali, come eventi e conferenze.


Per trasferirsi in UK per un periodo più lungo, invece, bisogna soddisfare i requisiti richiesti dal nuovo sistema di immigrazione a punti (points-based immigration system), il quale ha lo scopo di privilegiare le competenze e il talento rispetto alla provenienza di una persona.


Come funziona il sistema a punti?


Il Regno Unito ha ora implementato un sistema di immigrazione a punti che tratta allo stesso modo i cittadini dell'UE (compresi i cittadini dei paesi appartenenti all'Area Economica Europea e alla Svizzera) e i cittadini provenienti da altri Paesi.


I cittadini UE con settled o pre-settled status sono considerati residenti nel Regno Unito, quindi possono continuare ad essere assunti senza ulteriori adempimenti, salvo la verifica del loro status.


Con il nuovo sistema di immigrazione, chiunque venga nel Regno Unito per lavoro deve soddisfare una serie specifica di requisiti per i quali otterrà un punteggio ed i visti di lavoro sono assegnati solo a coloro che ottengono un punteggio sufficiente.


Il sistema prevede una serie di “percorsi” di idoneità detti "immigration routes" che devono essere valutati per l’assunzione di personale non residente nel Regno Unito.


Percorso per i lavoratori qualificati (Skilled Worker Route)


Per essere idoneo ad ottenere il visto per percorso per lavoratori qualificati, è necessario dimostrare di: - avere un’offerta di lavoro da uno sponsor autorizzato dall’Home Office (Home Office-licensed sponsor) al livello di competenza richiesto


- tale offerta è per un lavoro qualificato che richiede un livello di formazione adeguato: Regulated Qualifications Framework 3 (RQF 3) o superiore (A Level o equivalente)


- dimostrare la conoscenza della lingua inglese livello B1 con un certificato non più vecchio di 2 anni rilasciato da scuole o corsi autorizzati


Inoltre, l'offerta di lavoro deve soddisfare la soglia salariale minima applicabile.


Il valore di tale soglia è il maggiore tra i seguenti importi:

1) la soglia salariale generale di £ 25.600, o

2) il salario di riferimento per la specifica mansione e qualifica, noto come "going rate".


Se l'offerta di lavoro è inferiore al requisito di stipendio minimo, ma non inferiore a £20.480, un candidato può comunque essere idoneo se ha:


- un'offerta di lavoro in un settore considerato in carenza occupazionale (shortage occupation)


- un dottorato di ricerca (PhD) pertinente al lavoro


- un dottorato di ricerca (PhD) in una disciplina STEM rilevante per il lavoro (per discipline STEM si intendono la discipline scientifico-tecnologiche: Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica).

Esistono poi diverse regole salariali ed eccezioni per i lavoratori in determinati settori, quali il sanitario o educativo, e per i "new entrants” all'inizio della loro carriera.


Cliccando qui è possibile richiedere un visto per Lavoratori qualificati.


È necessario un totale di 70 punti per poter fare domanda per lavorare nel Regno Unito


Offerta di lavoro da parte di sponsor approvato (Obbligatorio) 20 punti


Lavoro al livello di abilità appropriato (Obbligatorio) 20 punti


Parla inglese al livello richiesto (Obbligatorio) 10 punti


Stipendio da £ 20.480 a £ 23.039 o almeno l'80% del “going rate” per la professione, a seconda di quale sia più altari (Negoziabile) 0 punti


Stipendio da £ 23.040 a £ 25.599 o almeno il 90% del “going rate” per la professione, a seconda di quale sia più alta, (Negoziabile) 10 punti


Stipendio di £ 25.600 o superiore o almeno il “going rate” per la professione, a seconda di quale sia più alta, (Negoziabile) 20 punti


Lavoro in condizioni di carenza come designato dal Migration Advisory Committee (Negoziabile) 20 punti