Trasporti: Hermes cambia nome per le troppe lamentele. Nasce Evri


Hermes, la nota società di consegne, sta passando un brutto periodo, tanto da portare i vertici alla decisione di cambiare nome. Alla base della decisione ci sarebbero la pessime recensioni dei clienti sulla gestione dei servizi da parte del colosso tedesco. Il nome sarà quello di Evri.


Il lancio di un nuovo marchio è strettamente collegato alle aspre critiche all'azienda. Molto spesso i fattorini dei corrieri Hermes pare siano stati visti scaraventare letteralmente i pacchi nei giardini dei clienti (il Times aveva ottenuto uno di questi video).


Il brand, uno dei primi 5 nel Regno Unito per giro d'affari, è arrivato ultimo tra le società di consegne in una classifica stilata da Citizens' Advice. La classifica uscita a Novembre 2021 ha raggiunto appena una valutazione generale di 1,5 stelle. Peculiari sono i parametri sulla fiducia e sulla gestione dei problemi dei clienti che hanno raggiunto rispettivamente 2 stelle e 1 stella.


Hermes, dal canto suo, ha dichiarato che i resoconti del Times sono infondati e non riflettono il modo dell'azienda di gestire gli affari e ha descritto la ricerca di Citizens' Advice come imprecisa.


Nonostante la parziale smentita la nuova Evri aprirà una nuova sezione di assistenza clienti con sede nel Regno Unito e recluterà anche 200 esperti che opereranno nei depositi localizzati su territorio britannico. Da ciò che si apprende la società iscriverà infine tutti i suoi 20.000 lavoratori a un nuovo piano pensionistico da 7 milioni di sterline, atto molto apprezzato dal sindacato GMB, il quale è convinto migliorerà la condizione lavorativa di molti suoi membri.


Il nuovo marchio potrebbe essere lanciato con una campagna pubblicitaria televisiva nel corso della settimana e coprirebbe le reti nazionali.



93 views0 comments