Ucraina: la telefonata shock di un connazionale all’Unità di Crisi


Al momento non c’è nessun protocollo di evacuazione” questa la risposta alla richiesta di poter salvare la propria ragazza dal bombardamento di Kiev. “Gli uomini entro i 60anni vengono presi e mandati a combattere” continuano così le dichiarazioni dell’operatore che spiega come la popolazione maschile in fuga verso i confini venga fermata e arruolata nell’esercito per contrastare l’avanzata russa.


Nel video la telefonata integrale dì un connazionale italiano bloccato in Italia che vorrebbe tornare in Ucraina dove ha lasciato la sua fidanzata, la sua azienda e i suoi cani.



15 views0 comments