UK, CONFERMATO: l'Italia rimane nella lista ambra

Updated: Jun 5


Sul sito del governo britannico sono state pubblicate le modifiche apportate agli elenchi per i viaggi internazionali e l'Italia è stata confermata nuovamente nella lista ambra, almeno fino alla prossima revisione, la quale avverrà tra 3 settimane.


VIAGGIARE DALL'ITALIA VERSO IL REGNO UNITO


Essendo nell'elenco ambra, chi si reca nel Regno Unito partendo dal Bel Paese, deve sottoporsi ad un test per il Covid-19 nei 3 giorni precedenti alla partenza, compilare un modulo di localizzazione dei passeggeri e prenotare il kit contenente due test da effettuare il secondo e ottavo giorno dall’arrivo.

Una volta arrivati in UK è necessario rispettare un periodo di autoisolamento domiciliare di 10 giorni, durante i quali effettuare i due test contenuti nel kit precedentemente prenotato.


I bambini di età pari o inferiore ai 4 anni non devono effettuare i tamponi del secondo ed ottavo giorno.


È possibile terminare la quarantena con qualche giorno di anticipo effettuando il Test to Release il quale, però, non poù essere sostenuto prima di 5 giorni dall’arrivo.

Se ci si reca nel Regno Unito attraversando altri Paesi, è necessario seguire le regole previste per l'ingresso da tali Paesi, sia che vi si abbia soggiornato o soltanto attraversato con delle brevi soste (fermata di transito).


Una fermata di transito è una fermata dove i passeggeri possono salire o scendere dal mezzo di trasporto che si sta utilizzando per il viaggio. Può applicarsi a navi, treni o voli. Il biglietto dovrebbe mostrare se una fermata è una fermata di transito.

Le regole di un Paese o territorio in cui si effettua una fermata di transito potrebbero essere applicate se:

  • Salgono nuovi passeggeri

  • Noi stessi o qualcun altro con cui viaggiamo scende ed entra in contatto con altre persone per poi risalire a bordo

Nel caso in cui non si verifichino tali situazioni, le regole imposte per i Paesi attraversati non vengono applicate.


Se si transita attraverso un Paese inserito nella lista ambra o rossa con un veicolo privato o pullman, è necessario rispettare le regole d’ingresso imposte all’arrivo in Gran Bretagna, anche se non si effettuano soste durante il viaggio.

È necessario riportare sul proprio modulo di localizzazione dei passeggeri

I Paesi attraversati.


Con questa nuova revisione nessun Paese è stato aggiunto alla lista verde, ma bensì rimosso, come nel caso del Portogallo, il quale è stato inserito nell'elenco ambra a causa di un aumento di casi legati alla variante indiana.


Anche la lista rossa ha subito delle variazioni, con l'aggiunta di ben 8 Nazioni.


Le modifiche effettuate entreranno in vigore a partire dalle ore 4 del mattino di martedí 8 giugno.

VIAGGIARE DAL REGNO UNITO VERSO L’ITALIA


Chi arriva in Italia transitando attraverso i Paesi inseriti nell'Elenco C nei 14 giorni precedenti all'arrivo sul territorio Nazionale, devono compilare un formulario on-line di localizzazione e presentare la certificazione verde Covid-19, da cui risulti di essersi sottoposti nelle 48 ore precedenti all'arrivo ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone e risultato negativo.


In attesa che siano diramate le necessarie linee guida in merito alla certificazione verde Covid-19, si può continuare a presentare un certificato che attesti l’effettuazione di un test anti-Covid dall'esito negativo.


L’obbligo di quarantena è stato eliminato fino al 30 luglio, salvo per chi arriva sprovvisto dell’esito di un tampone, in tal caso ci si dovrà autoisolare per 10 giorni, sottoponendosi ad un test al termine del periodo di quarantena.


Tuttavia, fino al 30 luglio, se si fa rientro nel territorio italiano dopo aver soggiornato per non più di 24 ore in una località estera distante non più di 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione in Italia, non è necessario effettuare il tampone.


Tutti coloro che arrivano in Italia devono anche chiamare il numero verde COVID-19 della