UK, HS2: leader delle principali aziende chiedono il completamento fino in Yorkshire


I leader di 63 delle più grandi aziende del Regno Unito hanno chiesto al primo ministro inglese Boris Johnson di mantenere la sua promessa in merito alla consegna integrale della tratta orientale dell’HS2 allo Yorkshire.


In una lettera aperta, leader del calibro di WSP e Siemens Mobility hanno chiesto a Johnson di mantenere la sua promessa, impegnandosi a completare la tratta orientale dell’HS2, tra le crescenti speculazioni sul futuro della rotta che andrà dalle Midlands occidentali fino a Leeds.


Nella lettera, le principali società ferroviarie, di costruzione e di ingegneria dell'High Speed ​​Rail Group (HSRG) e della Railway Industry Association (RIA) hanno invitato il Primo Ministro a offrire chiarezza e certezza sulla tratta orientale, che secondo loro trasformerà la connettività nazionale collegando Yorkshire, North East e East Midlands con la rete HS2.


Hanno evidenziato che “le aziende hanno investito milioni in persone, competenze, tecnologia e hardware per l’HS2. Ad oggi, sono state impiegate nel progetto 16.000 persone, tra cui oltre 500 apprendisti. Ci aspettavamo che questo sarebbe cresciuto fino a 34.000 al massimo della costruzione, inclusi 2.000 apprendisti, nei prossimi anni. Mentre città come Leeds hanno costruito le loro strategie economiche e spaziali attorno al progetto. Tutto ciò è a rischio se la tappa orientale dovesse essere ridotta o, peggio ancora, cancellata".


La lettera esorta inoltre il Primo Ministro a consultarsi con i leader regionali prima di prendere una decisione, affermando che "i leader delle East Midlands, dello Yorkshire e del Nord Est - indipendentemente dal partito politico - sono quasi unanimi nel loro sostegno all’HS2. Come saprà, quelle stesse regioni sono state fondamentali per la sua vittoria alle ultime elezioni generali. E sono le comunità di quelle regioni che saranno più deluse se la tratta orientale non andrà avanti".


Il signor Johnson aveva comunicato tale impegno in Parlamento prima della pandemia, tuttavia nelle ultime settimane sarebbero circolate delle voci secondo il quale tale progetto potrebbe essere demolito nel tentativo di sostenere le finanze della nazione.


Tom Wadsworth, direttore dell'High Speed ​​Rail Group, ha dichiarato: "L'anno scorso il Primo Ministro ha promesso che l'HS2 sarebbe andato avanti per intero, compresa la tratta dalle West Midlands a Leeds, e i suoi stessi parlamentari hanno chiesto cosa avrebbe fatto per livellare se non dovesse essere realizzata la tratta orientale. Quindi, prima di prendere qualsiasi decisione per ritardare o annullare la tappa orientale, il Primo Ministro dovrebbe parlare con le imprese che impiegano le persone su e giù per il Paese che consegneranno l’HS2; con gli apprendisti che imparano il loro mestiere e che costruiranno la linea per Leeds; con i leader regionali delle Midlands orientali, dello Yorkshire e del Nord-Est che, indipendentemente dal partito politico, sono quasi unanimi nel sostenere l’HS2; e con i suoi parlamentari che si sono impegnati a far salire di livello la Gran Bretagna. Non riuscire a completare l’HS2 per intero minerebbe l'impegno del Primo Ministro a salire di livello e a zero. Quindi chiediamo al Primo Ministro di riaffermare la sua promessa di consegnare l'HS2 per intero, inclusa la tratta orientale".


L'elenco completo di coloro che hanno firmato la lettera è il seguente:

Nick Crossfield, amministratore delegato, Regno Unito e Irlanda, Alstom

Andy Bell, Vicepresidente, Thales Ground Transportation Systems UK

Colin Wood, amministratore delegato, Europa, AECOM

Nick Salt, CEO, SYSTRA Limited

Dyan Crowther, CEO, HS1 Ltd

Will Wilson, CEO, Siemens Mobility Limited

Mark Reynolds, CEO del gruppo, Mace

Mark Naysmith, amministratore delegato di WSP Regno Unito, Medio Oriente, India e Africa, WSP

Donald Morrison, Senior Vice President Europe and Digital Strategies, Jacobs U.K. Limited

Tim Gray, amministratore delegato, Hitachi Information Control Systems Europe

Steve Roberts, Direttore, S e L Roberts (Consulenza ferroviaria)

Darren James, amministratore delegato, Keltbray Holdings Ltd

Darren Caplan, amministratore delegato, Associazione dell'industria ferroviaria

Alan Ryder, CEO, RSK

Rick Tucker, direttore ferroviario, AUS Ltd

Steve Barbour, amministratore delegato, Composite Braiding Ltd

Steve King, Direttore, Rail Asset Development Ltd

Nick Mallinson, amministratore delegato, BCIMO

Paul Culnane, amministratore delegato, Arthur Flury (UK) Ltd

Tony Westlate, direttore esecutivo, capo delle ferrovie, Tony Gee and Partners LLP

Justin Moss, Copresidente, Leader del settore ferroviario settentrionale (NRIL)

Ian Funnell, amministratore delegato, Hitachi ABB Power Grids

Nick Smith, Amministratore Delegato, Gruppo Maestrano PLC

Tim Brown, amministratore delegato, GBR-Rail Ltd

Malcolm Wilson, amministratore delegato, IPEX Consulting

Peter De Lacey, amministratore delegato, Southside Rail Training Ltd

Pete Johnson, CEO, Vivacity Rail Consulting

David Johnson, Direttore tecnico, D/Gauge

Jag Sidhu, Direttore, Nick Building Contractors Ltd

Andy Flowerday, Direttore Esecutivo, Barhale

Greg Howell, Direttore, Innovazioni ferroviarie

Gareth Richardson, amministratore delegato, Geismar UK Limited

Mike