UK, manovra di bilancio: Truss-Kwarteng fanno marcia indietro, ma i Laburisti crescono nei sondaggi



Il crollo della Sterlina e le critiche interne al Partito Conservatore in questi giorni hanno spinto Liz Truss e Kwasi Kwarteng a fare marcia indietro sulla manovra di bilancio. Il gesto non sembra però bastare per fermare la crescita nei sondaggi del Labour Party.



Come è noto dopo solo 10 giorni dall’annuncio della manovra del Governo Britannico, volta a risollevare l'Economia del Paese, il Cancelliere Kwarteng ha deciso di cambiare il piano previsto. La modifica riguarda l'eliminazione dell’aliquota massima del 45% sui redditi più alti, che non verrà più attuata.


La decisione che è stata presa sembra simbolica, dato che cancellare l'aliquota per i redditi oltre 150mila sterline vale appena 2 miliardi. Questo però è bastato a calmare le acque dei mercati finanziari e a controllare le fluttuazioni della Sterlina e dei Titoli di Stato. Anche l'opposizione interna ai Tories, che tacciava il Governo di favorire i ricchi e che minacciava di non approvare il provvedimento, ora è soddisfatta.


Non sono però soddisfatti i Laburisti, che avevano fatto sentire il loro malcontento attraverso le dure parole del loro leader Sir Keir Starmer durante un'intervista a Sky News. Il sacrificio di una piccola parte della misura per salvare l'intera manovra di Kwarteng non sembra fermare l'entusiasmo tra i Britannici per un Labour Party più concreto e moderato.


I Laburisti sembrano crescere sempre più nei sondaggi. Il Labour Party, visto come il Partito più responsabile dal punto di vista economico e fiscale, è dato al 46% secondo un sondaggio Opinium, effettuato su un campione di 2000 Britannici tra il 28 e il 30 Settembre, contro un debole 27% del Conservative Party.


Anche il noto politologo John Curtice in una sua analisi ha riferito che è molto probabile che alla prossime Elezioni del 2024 trionferà il Labour Party. Alla base del ragionamento ci sono alcuni campanelli d'allarme: Liz Truss è diventata Primo Ministro quando i Laburisti erano già in vantaggio sui sondaggi, la stessa Truss ora sembra essere impopolare quanto lo era Boris Johnson al momento delle sue dimissioni e la reazione negativa alla manovra di bilancio di Kwarteng è stata forte e immediata e non è detto che sortirà effetti positivi sull'Economia del Paese.


ENGLISH VERSION


UK, BUDGET MANŒUVRE: TRUSS AND KWARTENG BACKTRACK, BUT LABOUR ARE RISING IN POLLS


The collapse of the Sterling and the internal criticism of the Conservative Party in recent days have pushed Liz Truss and Kwasi Kwarteng to back down on the budget. The gesture, however, does not seem to be enough to stop growth in Labour Party polls.


As we know only 10 days after the announcement of the British Government’s manœuvre to revive the Country’s Economy, Chancellor Kwarteng decided to change the plan. The amendment concerns the elimination of the maximum rate of 45% on higher incomes, which will no longer be implemented.


The decision that has been taken seems symbolic, given that cancelling the tax rate for incomes over 150 thousand pounds is worth just 2 billion. This, however, was enough to calm things down in the financial markets and to control the fluctuations of Sterling and Government bonds. Even the internal opposition to the Tories, who accused the Government of favouring the rich and threatened not to approve the measure, is now satisfied.


Labour, however, are not satisfied, as they had made their discontent felt through the harsh words of their leader Sir Keir Starmer in an interview with Sky News. The sacrifice of a small part of the measure to save Kwarteng’s entire maneuver does not seem to stop the enthusiasm among the British for a more concrete and moderate Labour Party.


Labour seems to be growing in the polls. The Labour Party, seen as the most economically and fiscally responsible party, is given 46% according to an Opinium poll, carried out on a sample of 2000 Britons between 28 and 30 September, against a weak 27% of the Conservative Party.


Even the well-known political scientist John Curtice in his analysis reported that it is very likely that in the upcoming Elections of 2024 the Labour Party will triumph. At the heart of the argument are some warning bells: Liz Truss became Prime Minister when Labour were already ahead on the polls, Truss herself now appears to be as unpopular as Boris Johnson was at the time of his resignation and the negative reaction to Kwarteng’s mini-budget has been strong and immediate and is not said to have positive effects on the Country’s Economy.


 


82 views0 comments