UK: nei prossimi mesi possibili aumenti del costo della pasta fino al 50%


La siccità che ha colpito il Canada, uno dei principali produttori di farina di grano duro utilizzato per la pasta, devastandone il raccolto, ha comportato un aumento del costo del grano duro del 90%, il che potrebbe comportare un aumento del costo della pasta in UK del 50%.


Gli acquirenti dovrebbero perciò aspettarsi un aumento del costo della pasta nei prossimi mesi a causa della carenza del suo ingrediente chiave a seguito di una stagione disastrosa per il raccolto.


Ci sono anche problemi di approvvigionamento in Italia, con un esperto del settore alimentare che prevede che un pacchetto di spaghetti potrebbe finire per costare fino al 50% in più.


Jason Bull, direttore di Eurostar Commodities, che importa più di 10.000 tonnellate di ingredienti alimentari ogni anno, ha affermato che il prezzo elevato potrebbe comportare una carenza di pasta nei supermercati.


Ha stimato che un pacchetto di spaghetti da 500 g potrebbe aumentare di prezzo di 60 pence, o del 50%, a £ 1,80.

Bull ha affermato che gli aumenti dei prezzi della pasta potrebbero iniziare il mese prossimo poiché i costi per le fabbriche sono già aumentati.


"Il mercato è completamente fuori controllo e di conseguenza c'è stato un aumento di circa il 90% dei prezzi delle materie prime e un aumento del trasporto merci", ha affermato Bull. “Questa è una situazione terribile che colpisce tutti i produttori di semola e tutti gli acquirenti di grano duro in tutto il mondo. Le aziende stanno acquistando a prezzi record”.


Il grano duro è l'ingrediente chiave della pasta e viene macinato in semola per realizzare una varietà di prodotti tra cui spaghetti, penne e maccheroni.


Mintec, il gruppo di dati sulle materie prime, ha condiviso i suoi ultimi dati che mostrano i prezzi del grano duro a livelli record. Il costo del grano canadese è aumentato da 414 dollari canadesi (237 sterline) per tonnellata alla fine di giugno a 780 dollari canadesi a settembre, con un aumento dell'88%. Il prezzo del grano italiano è passato da 305 euro (260 sterline) a 480 euro, con un aumento del 57%.


L’aumento delle temperature comporterà una continua diminuzione dei raccolti, in quanto

quando il calore e l'umidità sono elevati, le persone non possono lavorare in sicurezza nei campi.

La catena di supermercati Morrisons ha lanciato l'allarme, avvertendo dell’aumento dei prezzi in tutto il settore della vendita al dettaglio nei prossimi mesi, trainati dagli aumenti dei costi delle materie prime e dei trasporti, nonché dalla carenza di camionisti.


Tosin Jack, responsabile della commodity intelligence di Mintec, ha affermato che le preoccupazioni per il significativo calo del raccolto di grano duro nordamericano a seguito del clima secco e l'impatto della primavera fredda sulla qualità e sulla quantità del raccolto italiano, hanno fatto salire alle stelle i prezzi.


"Il Canada è un grande esportatore, quindi questo ha alimentato i timori di una carenza di approvvigionamento", ha affermato. “Allo stesso tempo, i problemi di qualità in Italia significano che gli italiani quest'anno potrebbero dover fare affidamento maggiormente sulle importazioni".

178 views0 comments

Recent Posts

See All