top of page

UK-USA: annunciata nuova partnership sull'energia



Regno Unito e Stati Uniti hanno annunciato una nuova partnership energetica. I due Paesi lavoreranno insieme per aumentare la sicurezza energetica e abbassare i prezzi.


Il Regno Unito e gli Stati Uniti lavoreranno insieme per aumentare la sicurezza energetica e abbassare i prezzi, grazie ad un'iniziativa annunciata il 7 Dicembre dal Primo Ministro Britannico Rishi Sunak e dal Presidente degli Stati Uniti Joe Biden.


Nell'ambito del nuovo "Partenariato per la sicurezza e l'accessibilità energetica tra Regno Unito e Stati Uniti", il Regno Unito e gli Stati Uniti guideranno i lavori per ridurre la dipendenza globale dalle esportazioni di energia russa, stabilizzare i mercati dell'energia e intensificare la collaborazione in materia di efficienza energetica, nucleare e rinnovabili. L'iniziativa sarà guidata da un nuovo gruppo di azione congiunta Regno Unito-Stati Uniti, guidato da alti funzionari del governo del Regno Unito e della Casa Bianca.


Questa nuova partnership segue l'incontro del Primo Ministro e del Presidente Biden al vertice del G20 in Indonesia, dove hanno concordato di portare avanti i lavori per affrontare il fabbisogno energetico a breve termine e guidare gli sforzi per accelerare la transizione energetica.


La guerra di Putin in Ucraina ha provocato un'impennata internazionale dei prezzi dell'energia. Per aiutare a far fronte al conseguente aumento del costo della vita, il gruppo lavorerà per garantire che il mercato offra aumenti sostenuti nella fornitura di gas naturale liquefatto (GNL) ai terminali del Regno Unito dagli Stati Uniti e collaborerà a misure di efficienza energetica.


Come parte di questo, gli Stati Uniti si impegneranno a esportare almeno 9-10 miliardi di metri cubi di GNL nel corso del prossimo anno attraverso i terminali del Regno Unito, più che raddoppiando il livello esportato nel 2021 e capitalizzando sulla principale infrastruttura di importazione del Regno Unito. Questo andrà bene sia per i partner del Regno Unito che per quelli europei mentre cerchiamo di rifornire lo stoccaggio di gas il prossimo anno. Per raggiungere questo obiettivo condiviso, entrambi i governi lavoreranno per identificare e risolvere in modo proattivo eventuali problemi affrontati da esportatori e importatori.



Il gruppo lavorerà anche per ridurre la dipendenza globale dall'energia russa guidando gli sforzi per aumentare l'efficienza energetica e sostenendo la transizione verso l'energia pulita, accelerando lo sviluppo dell'idrogeno pulito a livello globale e promuovendo il nucleare civile come uso sicuro dell'energia.


Il primo ministro ha dichiarato che "insieme, il Regno Unito e gli Stati Uniti garantiranno che il prezzo globale dell'energia e la sicurezza del nostro approvvigionamento nazionale non possano mai più essere manipolati dai capricci di un regime in fallimento. Abbiamo le risorse naturali, l'industria e il pensiero innovativo di cui abbiamo bisogno per creare un sistema migliore e più libero e accelerare la transizione verso l'energia pulita. Questa partnership ridurrà i prezzi per i consumatori britannici e contribuirà a porre fine una volta per tutte alla dipendenza dell'Europa dall'energia russa".


Il partenariato si baserà sul lavoro del dialogo strategico sull'energia tra Regno Unito e Stati Uniti guidato dai ministri dell'energia, con particolare attenzione all'approvvigionamento di gas, all'efficienza energetica, al nucleare civile e all'energia pulita.


Per quanto riguarda il nucleare civile, il partenariato promuoverà l'energia nucleare come parte sicura e affidabile della transizione verso l'energia pulita. Ciò include l'approfondimento della collaborazione globale sui combustibili nucleari e sulle tecnologie nucleari avanzate.


La partnership guiderà anche gli investimenti internazionali nelle tecnologie energetiche pulite, dall'eolico offshore alla cattura del carbonio. Ciò integrerà il lavoro che il Regno Unito e gli Stati Uniti stanno svolgendo insieme ai partner del G7 per sostenere l'uso di energia pulita e sostenibile nei paesi in via di sviluppo attraverso i partenariati per la transizione energetica giusta.


Oltre a rafforzare la sicurezza dell'approvvigionamento energetico, il gruppo scambierà le migliori pratiche e lavorerà su misure per aumentare l'efficienza energetica e ridurre la domanda di gas. Si stima già che questo inverno potrebbe esserci una riduzione dell'8% della domanda di gas nel Regno Unito. Il Joint Action Group esplorerà soluzioni politiche per migliorare questa efficienza, basandosi su iniziative del governo del Regno Unito come il programma Help to Heat.


L'iniziativa perseguirà soluzioni energetiche innovative, come la decarbonizzazione dell'industria aerospaziale e lo sviluppo di tecnologie sostenibili per i carburanti per l'aviazione, sforzi collaborativi sui veicoli elettrici ed Energy Smart Appliances.


ENGLISH VERSION


UK-USA: NEW ENERGY PARTNERSHIP ANNOUNCED


UK and the US have announced a new energy partnership. The two countries will work together to increase energy security and lower prices.


The UK and US will work together to increase energy security and drive down prices, as part of an initiative announced by the Prime Minister Rishi Sunak and the US President Joe Biden on 7th December.


Under the new ‘UK-US Energy Security and Affordability Partnership’, the UK and US will drive work to reduce global dependence on Russian energy exports, stabilise energy markets and step up collaboration on energy efficiency, nuclear and renewables. The initiative will be steered by a new UK-US Joint Action Group, led by senior officials from the UK Government and the White House.


This new partnership follows the Prime Minister and President Biden’s meeting at the G20 Summit in Indonesia, where they agreed to take forward work to address short-term energy needs and spearhead efforts to speed up energy transition.


Putin’s war in Ukraine has caused an international spike in energy prices. To help deal with the resulting rise in the cost of living, the group will work to ensure the market delivers sustained increases in the supply of Liquified Natural Gas (LNG) to UK terminals from the US and will collaborate on energy efficiency measures.


As part of this, the US will strive to export at least 9-10 billion cubic metres of LNG over the next year via UK terminals, more than doubling the level exported in 2021 and capitalising on the UK’s leading import infrastructure. This will be good for both UK and European partners as we look to replenish gas storage next year. To fulfil this shared objective, both governments will work to proactively identify and resolve any issues faced by exporters and importers.


The group will also work to reduce global reliance on Russian energy by driving efforts to increase energy efficiency and supporting the transition to clean energy, expediting the development of clean hydrogen globally and promoting civil nuclear as a secure use of energy.


The Prime Minister said that "together the UK and US will ensure the global price of energy and the security of our national supply can never again be manipulated by the whims of a failing regime. We have the natural resources, industry and innovative thinking we need to create a better, freer system and accelerate the clean energy transition. This partnership will bring down prices for British consumers and help end Europe’s dependence on Russian energy once and for all".


The partnership will build on the work of the UK-US Strategic Energy Dialogue led by energy ministers, with a focus on gas supply, energy efficiency, civil nuclear and clean energy.


On civil nuclear, the partnership will promote nuclear energy as a safe and reliable part of the clean energy transition. This includes deepening global collaboration on nuclear fuels and advanced nuclear technologies.


The partnership will also drive international investment in clean energy technologies, from offshore wind to carbon capture. This will complement the work the UK and US are doing together with G7 partners to support the use of clean and sustainable energy in developing countries through the Just Energy Transition Partnerships.


In tandem with shoring up security of energy supply, the group will exchange best practice and work on measures to increase energy efficiency and reduce demand for gas. It is already estimated that there could be an 8% reduction in demand for gas in the UK this winter. The Joint Action Group will explore policy solutions to enhance this efficiency, building on UK Government initiatives such as the Help to Heat Programme.


The initiative will pursue innovative energy solutions, such as the decarbonisation of the aerospace industry and development of sustainable aviation fuel technologies, collaborative efforts on electric vehicles, and Energy Smart Appliances.


 



9 views0 comments