Universal Credit: gli errori da non commettere per non perdere il sussidio



Molti Britannici cercano di ottenere aiuti in denaro dal Governo, come l'Universal Credit, al fine di far fronte al costo della vita. Tuttavia solo nel Gennaio 2022 sono state applicate 38.200 sanzioni. L'Universal Credit è una sorta di accordo tra una persona e il Governo, per beneficiare di denaro. Il problema è che gli impegni, richiesti dal Governo, non vengono rispettati, a volte accidentalmente. Ecco alcuni consigli per non fallire.


Non fare richiesta di lavoro


Il sostegno alla disoccupazione richiede da parte nostra la ricerca di lavoro. L'impegno comprende 35 ore a settimana alla ricerca di lavoro. Queste 35 ore devono essere registrate e mostrate al work coach. Il Jobcentre (centro per l'impiego) potrebbe sanzionarci, se il coach sente che non ci stiamo impegnando abbastanza.


Rifiutare un'offerta di lavoro


Quando troviamo un lavoro dobbiamo accettarlo. Se rifiutiamo l'offerta saremo sanzionati al più alto livello possibile.


Lasciare il nostro lavoro


Dobbiamo avere una buona ragione per lasciare il lavoro, altrimenti verremo sanzionati. "Buona ragione" è una definizione imprecisa, un esempio sono i costi insostenibili per la cura dei bambini. A volte lasciare un lavoro significa che i nostri sussidi saranno ridotti.


Essere in ritardo


Dobbiamo essere puntuali agli appuntamenti e ai colloqui al Jobcentre per non vedere tagliati i nostri pagamenti (le sanzioni vengono applicate fino al nostro prossimo appuntamento). Molti appuntamenti sono organizzati per aggiornare il nostro work coach sulla nostra missione del trovare lavoro. È possibile, per buone ragioni, ritardare l'appuntamento, comunicandolo in anticipo.


Non aggiornare le informazioni


Dobbiamo sempre segnalare i cambiamenti della nostra situazione. L'Universal Credit dipende da alcuni fattori (ore che lavoriamo, bambini che abbiamo, trasferimento, ottenimento di un lavoro ecc. ecc.) che devono essere costantemente aggiornati. Se non aggiorniamo le nostre informazioni potremmo essere sanzionati, a volte potremmo affrontare un'azione legale.


ENGLISH VERSION


UNIVERSAL CREDIT: THE MISTAKES NOT TO BE MADE TO NOT LOSE THE BENEFIT


Many Brits try to obtain money boosts from the Government, such as the Universal Credit, in order to cope with the cost of living. However only in January 2022 38.200 sanctions were applied. The Universal Credit is a sort of an agreement between a person and the Government, to benefit money. The problem is that committments, requested by the Government, are not met, sometimes accidentally. Here's some tips to not fail.


Not applying for work


The unemployment support requires We have to look for work. The committment includes 35 hours a week looking for work. This 35 hours must be recorded and showed to the work coach. The Jobcentre could sanction us, if the coach feels We are not enough engaged.


Refusing a job offer


When We find a job We have to take it. If We refuse the offer We will be sanctioned at the highest level.


Quitting our job


We must have a good reason to quit our job, otherwise We will be sanctioned. "Good reason" is an unprecisely definition, an example is unaffordable childcare costs. Sometimes quitting a job means our benefit payments will be reduced.


Being late


We have to be punctual to Jobcentre appointments and interviews in order to not see our payments cut (sanctions are applied until our next appointment). Many appointments are organized to update our work coach on our task to finding work. It's possible, for good reasons, to delay the appointment, communicating it in advance.


Not updating our information


We always have to report changes in circumstances. The Universal Credit depends on some factors (hours We work, children We have, moving, getting a job etc. etc.) that must be constantly updated. If We don't update our informations We could be sanctioned, sometimes We could face legal action.



 


23 views0 comments