Viaggi in UE: da fine 2022 tassa di 7 € per i Cittadini Britannici che andranno in UE


La Commissione Europea ha confermato che i Cittadini del Regno Unito diretti nei Paesi dell'Area Schengen dovranno iniziare a pagare una tassa di 7 € entro la fine del 2022.


Questo è uno degli effetti post-Brexit, infatti i viaggiatori Britannici, che non hanno un Passaporto di un Paese Membro dell'Unione Europea, dovranno adeguarsi alla nuova regola.


È prevista per la fine del 2022 l'entrata in vigore dell'European Travel Information and Authorisation System e per chi vuole transitare nell'Area Schengen è obbligatorio registrarsi e ottenere un'autorizzazione, nonché sostenere una spesa di 7 €. L'autorizzazione ha una durata prevista di 3 anni e permette molteplici viaggi. Per ottenere l'autorizzazione basterà compilare un form online, che ovviamente al momento non è ancora disponibile. La Commissione europea si aspetta che il provvedimento verrà lanciato entro la fine del 2022 e che sarà obbligatorio entro il 2023. L'obbligo dovrà essere rispettato dai Cittadini Britannici non Europei, che fortunatamente non avranno bisogno di una visa per recarsi e spostarsi in Europa.


Il provvedimento, mesi fa, era stato annunciato dal Consiglio Europeo in un'ottica di tutela della Sicurezza, con l'obiettivo di identificare individui che possono essere un rischio per la Sicurezza, per la Salute e per le regole sull'Immigrazione.


Lista dei Paesi con obbligo di ETIAS:

  • Austria;

  • Belgio;

  • Lussemburgo;

  • Olanda;

  • Germania;

  • Francia;

  • Spagna;

  • Portogallo;

  • Svezia;

  • Finlandia;

  • Danimarca;

  • Lituania;

  • Lettonia;

  • San Marino;

  • Estonia;

  • Polonia;

  • Slovacchia;

  • Ungheria;

  • Slovenia;

  • Italia;

  • Grecia;

  • Repubblica Ceca;

  • Malta;

  • Monaco;

  • Liechtenstein;

  • Islanda;

  • Norvegia;

  • Svizzera;

  • Città del Vaticano;

  • Andorra.



417 views0 comments